Anagrafe

NONNI_E_MAMMA_1929

Nonni e mamme nel 1929

Fraciscio, nella prima metà dell’Ottocento, era un pugno di case rustiche costruite in sasso, una o due di recente costruzione intonacate all’esterno. Erano una quarantina di case per i 46 nuclei familiari che erano registrati nello Stato d’anime del 1838 suddivisi tra il centro Fraciscio e la dipendente Gualdera.
I nomi delle famiglie più diffusi erano: Trussoni, Levi, Guanella, Curti; più rari i Gilardi, Macolino, Cerfoglia.
Nel 1838 gli abitanti sono in totale 235, dei quali 101 inferiori ai 15 anni. Il nucleo che nello stesso anno risulta più numeroso, è costituito da 10 membri. Si tratta della famiglia di pà Lorenzo Guanella. Altri quattro nuclei sono costituiti da 9 persone.
Ci sono 5 vedovi e 9 vedove e 3 persone vivono sole. L’età media della popolazione presente in Fraciscio nel 1838 è di 24,7 anni. A Fraciscio spetta anche il primato di longevità, con Gilardi Carlo fu Michele morto nel 1749 all’età di 120 anni (secondo la voce popolare).
Molti i bambini e i ragazzi, mentre i giovani sono chiamati alle armi e alcuni si sottraggono emigrando, pochi gli anziani; la vita è stentata e dura e la povertà si va accentuando dopo la metà del secolo.

(Da: Luigi Guanella: gli anni della formazione 1842 – 1866 pag. 115 di Piero Pellegrini)

Nel 1834 eravamo in 241, così come trovato in un documento che recita così:

– Chiavenna, il 2 aprile 1834 –

A richiesta delle deputazione comunale di Campodolcino, si dichiara

risultare dal Ruolo 1834 di quel comune che la frazione di Fraciscio

conta la popolazione di 241 individui.

secondo un altro documento sempre del 1834, risulta però che oltre ai 241 individui iscritti al Ruolo,vi sono 45 “anime” con parte di domicilio in Fraciscio. Infatti il documento recita così:

Campodolcino li 24 Marzo 1834

La Deputazione amministrativa di questo comune dichiara che  nella

sezione di fraciscio che in oltre à quelli annime iscritte Nel Ruolo della

personale di questo comune vi sono anche N.8 famiglie che formano

N.45 anime i quali sonò arolati in altri comuni ma anno casse e fondi
e parte di domicilo annuo in questa sezione di Fraciscio.

Non avendo, per il momento, altri documenti ( registri delle anime), saltiamo al 1952 dove don Pietro Ratti annotava in parrocchia n. 67 famiglie con 245 anime.
Nel 1960 don Cirillo trova 193 anime, la nonna del paese ha compiuto i 90 anni. Il più vecchio fraciscese si trova in America: si chiama Trussoni Battista.
Nel dicembre 1964 conta 198 anime così divise;

da 0 a 5 anni n. 44
da 6 a 15 anni n. 32
da 16 a 25 anni n. 20
da 26 a 50 anni n. 55
da 51 a 80 anni n. 42
oltre gli 80 anni n. 5 tutte donne.

Nel 1970 sempre don Cirillo conta n. 170 anime. ( Don Cirillo Fontana parroco, annotava anche curiosamente: abbiamo notato su almeno 20 tetti l’antenna della televisione; 18 sono i telefoni; 14 le auto che rimangono in paese anche d’inverno).

Nella primavera del 2002 si contano n. 58 nuclei familiari con 170 anime. (compresi 2 “milanesi”residenti tutto l’anno in paese.)

2 Comments

  1. Muy bueno su artículo y gracias a la magia de internet puedo saber de Fraciscio. Mi abuelo LEVI Luigi, nació allí el 15 de Noviembre de 1881 y emigró hacia la Argentina en 1907 o 1908.
    Mi padre Levi Pedro (6/9/1931) y yo Levi Claudio (3/11/1960) nacimos en la Argentina y mantuvimos la ciudadania italiana.
    Vivo en la Patagonia y trabajo con el turismo, he construido el laberinto mas grande de sudamérica, lo pueden ver en http://www.laberintopatagonia.com
    Quiero viajar a conocer Fraciscio y Campodolcino y si ustedes pueden brindarme mas información sobre mi abuelo y su padre que se llamaba Levi Battista.
    Desde ya estoy muy agradecido por esta página y muy feliz de saber algo de mis ancestros y sus vidas en Fraciscio de los cuales sabemos poco casi nada. Mil gracias.
    Claudio Levi.

  2. elisabetta colombo

    Hola Claudio ,
    Soy un turista que viene de vacaciones a Fraciscio desde que tenía 10 años, así que durante 52 años…. tu carta me ha emocionado porque entiendo tu deseo de conocer más de tus antepasados y también la ternura y el transporte que sientes por este remoto pueblo que contiene la magia de tus orígenes. Mi mejor amiga es Renata Levi y, como tú, es originaria de Fraciscio, aunque vive en Milán. Pero tenemos la casa en Fraciscio y a menudo estamos aquí, todos nos conocemos.
    Le he señalado su carta, y ahora hablará de ello con su tía María Levi, que tiene 90 años pero es la memoria histórica de la familia, y ha vivido muchos años en Argentina. Te haremos saber si hay algo que ella recuerde de tu abuelo!
    Felicitaciones por el maravilloso laberinto, y si alguna vez viene a Italia y Fraciscio, háganoslo saber.
    Un saludo querido Claudio!

    Elisabetta Colombo

    PS: Traduzco con traductor automático porque no sé español….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *