Meteo Fraciscio

Oggi: il mattino poco nuvoloso, tra il pomeriggio sera non si esclude qualche piovasco.

Martedì: poco nuvoloso.

ATTENZIONE: Dal pomeriggio di sabato 28 luglio statale 36 dello Spluga aperta senza limitazioni orarie con percorrenza sul bypass di Gallivaggio regolato da semaforo.

106 sono stati i giorni di parziale o totale isolamento causa frana!

 

per info in tempo reale: http://www.comune.campodolcino.so.it/hh/index.php

Pizzo Stella Skyrace

In 300 alla ''Pizzo Stella Skyrace''

Pubblicato da Tele Sondrio News su Lunedì 9 luglio 2018

comunicato strada SS36

Si comunica che dopo l’8 luglio la strada SS36 all’altezza di Gallivaggio rimarrà aperta dalle 5,00 alle 21,30 fino a nuovo avviso, salvo improvvise chiusure di breve tempo a causa dei lavori effettuati o per superamento soglia movimento.

fiocco rosa

Il 22 giugno è nata

Virginia

 Lo annunciano con gioia il papà Marco Della Morte e la mamma Serena Vador.

Tutta Fraciscio da un caldo benvenuta alla nostra nuova compaesana Virginia e tantissimi complimenti e felicitazioni ai neo genitori.

Pizzostellaskyrunning 8 luglio

L’ASD (Associazione Sportiva Dilettantistica) AMICI DI FRACISCIO propone e organizza l’evento PIZZOSTELLASKYRUNNING con il sostegno di diversi enti locali, istituzioni e associazioni di volontari, grazie ai quali non sarebbe possibile la realizzazione e la gestione dell’evento. Ne approfittiamo per ringraziare tutti!

Da quest’anno abbiamo deciso di proporre due gare:

la PIZZOSTELLASKYMARATHON con un percorso già collaudato, alla sua IV° edizione (D+2650 m / 35 km). La gara è inserita nel circuito delle “Skyrunner Italy Series” con il patrocinio della FISKY e della ISF – federazione italiana e mondiale dello Skyrunning.

la PIZZOSTELLASKYRACE con un percorso più breve e meno impegnativo (D+1700 m / 20 km) ma comunque suggestivo.

comunicato stampa

Il Prefetto di Sondrio di concerto con il Presidente della Provincia, della Comunità Montana ed i Sindaci del territorio comunica quanto segue:
– in questi giorni sono proseguite le attività di disgaggio e di pulizia del versante franoso da parte della ditta incaricata. il cronoprogramma prevede successivamente interventi di legatura e messa in sicurezza con reti e protezioni;
– sono funzionanti i nuovi sistemi di monitoraggio e non si evidenziano movimenti significativi sul versante
– considerata la necessità, al fine di evitare possibili situazioni di black out elettrico in occasione della maggiore affluenza turistica in Valle Spluga, di provvedere al ripristino da parte di TERNA della linea dell’alta tensione in condizioni di relativa sicurezza attraverso la presenza di una guardiania continua, le lavorazioni in parete verranno sospese da sabato 23 giugno presumibilmente fino al 3/4 luglio.
L’apertura quotidiana della statale 36 in località Gallivaggio – Comune di San Giacomo Filippo sarà pertanto, da sabato 23/06 sino a nuovo avviso dalle ore 5.00 alle ore 21.30
In questo periodo, facendo seguito ad un approfondimento in collaborazione con Coldiretti e APA della Provincia di Sondrio, sarà possibile consentire l’attività di caricamento degli alpeggi della Valle Spluga, realtà importanti del territorio e di tutte le attività pubbliche e private programmate da parte delle numerose imprese operanti sul territorio.
La Provincia di Sondrio, coordinando il cronoprogramma dei lavori, prevede di realizzare l’asfaltatura a cura della ditta Mosconi srl di importanti tratti dissestati della SP1 di Isola.
L’unità di crisi del Ministero dei Beni Culturali attivata per il Santuario di Gallivaggio prevede l’attivazione della fase di valutazione dei danni al fine di iniziare a prevedere interventi futuri di sistemazione del complesso religioso
ANAS in questi giorni prevede l’affidamento dei lavori della pista alternativa in fase di gara.
Resta l’impegno di tutti anche per diffondere la possibilità di frequentare durante l’estate la Valle Spluga aiutando le attività commerciali e turistiche a riprendere un economia gravemente provata dai disagi degli ultimi mesi.

Comunicato stampa del 30 maggio

Gallivaggio, i testimoni oculari

Pubblicato da Tele Sondrio News su mercoledì 30 maggio 2018

 

FRANA DI GALLIVAGGIO: COMUNICATO STAMPA CONGIUTO COMUNITÀ MONTANA VALCHIAVENNA, COMUNI di CAMPODOLCINO, MADESIMO E SAN GIACOMO FILIPPO, PROVINCIA di SONDRIO

30 maggio 2018

Sono proseguite durante tutta la giornata odierna le attività per analizzare le conseguenze dell’importante crollo avvenuto nella giornata di ieri.

Si è stimato che la massa scesa a valle è pari a circa a 10 mila metri cubi (avendo trascinato a valle anche materiale presente in parete) la cui gran parte è stata trattenuta all’interno del vallo paramassi realizzato ai piedi della parete rocciosa negli anni scorsi.

Da qualche ora è stato riattivata la funzionalità del sistema di monitoraggio radar di ARPA Lombardia che inizierà nuovamente a trasmettere dati sulla situazione.

Il secondo sistema di monitoraggio in corpo frana è stato parzialmente danneggiato e non riesce ancora a coprire tutte le masse instabili rimaste in parete. È confermato che vi sono dei blocchi di dimensione significativa in posizione instabile e occorre capire, a seguito di sopralluoghi e precisi rilievi (quest’oggi è stato utilizzato anche un drone al fine di visionare in modo completo l’itera parete) come procedere (disgaggio, legatura, altro).

Si è tenuto questa mattina un approfondito sopralluogo ed un successivo incontro programmatorio alla presenza dei dirigenti e dei tecnici di Regione Lombardia, dei rappresentanti di Comunità Montana Valchiavenna, Provincia di Sondrio e Comuni. Al termine di queste attività è stato tempestivamente aggiornato il dossier per il riconoscimento dello STATO DI EMERGENZA NAZIONALE che ci auguriamo arrivi a breve.

Le valutazioni dei tecnici e l’attività sul versante consentirà solo nei prossimi giorni di prevedere, come vorremmo, se vi siano le condizioni di sicurezza per riaprire con finestre orarie la viabilità lungo la Strada Statale 36 compatibilmente con le lavorazione in parete.

comucicato stampa

FRANA DI GALLIVAGGIO: COMUNICATO STAMPA CONGIUTO COMUNITÀ MONTANA VALCHIAVENNA, COMUNI DI CAMPODOLCINO, MADESIMO E SAN GIACOMO FILIPPO – 29 maggio 2018
 
Quella di oggi è certamente una giornata che sarà ricordata nel tempo.
Alle ore 16.34 dal versante di Gallivaggio si è staccata una quantità di materiale stimabile in oltre 5.000 metri cubi che è franata violentemente a valle.
Nei giorni scorsi i dati raccolti dal monitoraggio della frana avevano annunciato un imminente crollo e per questo motivo erano state assunte nuove più precauzionali determinazioni.
I danni al Santuario della Madre della Misericordia, alle strutture limitrofe, alla strada statale ed al suo ponte, a seguito del primo possibile sopralluogo aereo, sono prossimi allo zero.
Il vallo paramassi realizzato a monte del santuario ha svolto pienamente la sua funzione di contenimento raccogliendo gran parte del materiale staccatosi dalla montagna.
Quanto accaduto oggi conferma che le scelte, a volte non comprese o molto criticate, assunte dagli amministratori erano fondate su solide basi tecniche e scientifiche, che sulla sicurezza non si scherza e non si può dare nulla al caso.
 
E ora?
La situazione di elevata criticità ed emergenza non cambia.
Purtroppo a valle è scesa solo una parte del materiale in movimento, restano blocchi importanti instabili che dovranno essere legati o demoliti per poi procedere con le opere di disgaggio.
Per questo motivo da domani si procederà alla riattivazione del sistema di monitoraggio ed alla valutazione di quali interventi ora occorre realizzare. Non sarà un tempo breve, si tratta di un lavoro complesso, pericoloso e di altissima specializzazione. Sono in campo le migliori forze ed il massimo impegno.
Intanto proseguiremo nell’iter necessario alla realizzazione del bypass provvisorio stradale quale via alternativa nel caso di ulteriore prolungata chiusura della strada statale: oggi è stato approvato il progetto esecutivo (realizzato in 10 giorni), martedì prossimo è convocata la conferenza di servizi decisoria al fine dell’ottenimento di tutti i pareri. Ora tocca a Roma, per il riconoscimento dello STATO DI EMERGENZA da parte del consiglio dei Ministri che potrà presto far vedere il via all’opera che richiede 30/40 giorni di lavoro per la sua realizzazione.
La Valle Spluga è in ginocchio, oggi si è aperta una nuova fase, prevista ed attesa nelle scelte degli amministratori. Il percorso non è finito. al più presto dobbiamo dare il via ai lavori che necessiteranno per uscire da questa drammatica situazione di emergenza.
 
Occorre cercare di fare ciascuno la sua parte, con lucidità e massimo impegno, rimanendo uniti cercando di dare fiducia ed aiuto a chi ha una responsabilità e sta lavorando da giorni con il massimo impegno.

E’ scesa la frana

Il pomeriggio del 29 maggio alle ore 16,30  circa 2 terzi della frana si sono staccati e sono precipitati a valle. Grazie a Dio non si registrano grossi danni. Rimane ancora molto materiale a monte. Vedremo come si evolverà la situazione.

16.30, cade la frana di gallivaggio

Pubblicato da Tele Sondrio News su martedì 29 maggio 2018

 

Pubblicato da Daria Dellamorte su martedì 29 maggio 2018